Portal Oficial de Turismo de Ibizainfo@ibiza.travelSALA STAMPA PRESENTE

Quando l’argilla si trasforma in arte

El pueblo de Sant Rafel es conocido por su producción de cerámica artesanal. Descubrimos los dos talleres que aún mantienen viva esta tradición centenaria.

Nel cuore dell’isola si trova Sant Rafel, un piccolo e accogliente paese conosciuto per i suoi ristoranti, la sua chiesa imbiancata e perché è una  Zona di Interesse Artigianale. Anni fa questo paese era un luogo di passaggio molto frequentato in cui vi erano sei atelier di ceramica artigianale. Oggi ne restano solo due, ma si consiglia di visitarli per conoscere questa tradizione ancora così forte e amata dagli abitanti.

Ceramiche Icardi
Pezzi di ceramica
Atelier artigianale di Icardi
El ceramista Carlos Icardi en su taller
Atelier artiginale di Can Kinoto
Piatti di ceramica di Can Kinoto
Pezzi artigianali di Can Kinoto
Busto della dea Tanit in ceramica

Uruguaiano Carlos Icardi ha iniziato a svolgere la professione di ceramista nel 1977 e, anni più tardi, ha aperto il suo atelier “Cerámicas Icardi” a Can Ferreret, una proprietà situata lungo la strada vecchia di Sant Antoni. Da allora elabora le proprie opere artigianalmente sperimentando con diversi materiali come argilla, smalti e tecniche di diverso tipo. Ricordiamo i suoi lavori smaltati, ingobbi a graffito, targhe, vasi, busti fenici e maschere Rakú, effettuate con la tradizionale tecnica orientale.

Il suo negozio è aperto tutto l’anno e i suoi pezzi si cuociono nel forno a fuoco lento, senza fretta, ma senza pausa. A Carlos piace mostrare il suo lavoro artigianale con l’argano e organizza esibizioni e dimostrazioni per il pubblico tutti i giovedì pomeriggio del periodo estivo durante la fiera di Sant Refel.

Carme Corominas ha ereditato l’atelier “Cerámica Can Kinoto” di suo marito all’inizio degli anni 80 ed è diventata in modo autodidatta una maestra artigiana decoratrice. Decora i propri lavori con una precisione ammirevole e in modo assolutamente personalizzato, perché ogni oggetto è unico e irripetibile.

Nel suo negozio-atelier spiccano le decorazioni colorate, con disegni etnici e di inspirazione punica, come le pitture e la bigiotteria ceramica. La lucertola, la dea Tanit e le statuette dei payesi tradizionali sono i simboli delle sue creazioni.

In questi due atelier si conservano i metodi tradizionali inseriti nell’isola dai fenici e dai romani, lasciando però sempre spazio a nuove tecniche e idee. Le sue opere non sono solo un buon ricordo da portarsi a casa, in ognuna di loro si respira l’autentico spirito artistico che si mantiene ancora vivo nell’isola grazie ad artigiani come Carlos e Carme.